Docenti‎ > ‎

Fabrizio TRULLU

pianoforte jazz, teoria e solfeggio



Fabrizio Trullu  Ha cominciato a suonare il pianoforte all'età di 7 anni e un anno dopo il clarinetto, facendo le prime esperienze nella banda musicale della città. Continua lo studio presso il Conservatorio "Pierluigi da Palestrina" di Cagliari diplomandosi nel 1988 in Organo e Composizione organistica sotto la guida della prof. Mariateresa Nano. Contemporaneamente ai suoi studi classici s'interessa ad altri generi musicali fino a "scoprire" il Jazz, e nei primi anni del 1980 infatti inizia a suonare in varie formazioni che vanno dal trio all' orchestra "Jazz in Sardegna" (dir. da G. Libano), e comincia a collaborare stabilmente con alcune cantanti di Jazz quali: Viviana Gimènez, Marilyn Volpe e MariaJosè Trullu. Decide di approfondire lo studio dell'improvvisazione e partecipa ai seminari estivi di "Siena Jazz" (1987) dove studia con il maestro Franco D'Andrea e frequenta i laboratori musicali curati da Paolo Fresu ed Enrico Rava; nel 1992 i seminari estivi della "Berklee School" tenuti a Perugia sotto la guida del maestro Ray Santisi (maestro di Keith Jarrett). Dopo questa esperienza comincia a suonare in rassegne e festival di Jazz nazionali ed internazionali quali: Torino, Genova, Milano, Guimaràes (Portogallo), distinguendosi nel 1987 a Bussi sul Tirino (Pescara) con Paolo Fresu e a Cagliari con Steve Groosman. Per queste partecipazioni viene votato dal critico musicale Franco Fayenz come miglior nuovo talento emergente italiano nella classifica "Top Jazz" (Musica Jazz).

Dal 1996 collabora stabilmente con l'orchestra di Augusto Martelli come tastierista arrangiatore e partecipa a diverse trasmissioni televisive (es. Ballo amore e fantasia, Strada facendo, Tacchi a spillo ecc.) e altre importanti manifestazioni come il "Ballamondo" (organizzato da Raul Casadei), dove collabora con artisti di fama internazionale quali Henghel Gualdi, Gloria Gaynor, Gipsy King ecc. Nello stesso anno ha partecipato a un'intensa tournèe in tutta l'Italia con il gruppo gospel "Friendly Travelers" di New Orleans. Suona stabilmente in duo con Daniele Di Gregorio (vibrafono e pianoforte), e con questa formazione particolare (che occasionalmente diventa trio assieme al percussionista Luis Agudo) ha un'intensa attività concertistica all'estero (Svizzera e Germania). Collabora stabilmente anche con Gipo Farassino con il quale ha un'intensa attività in Italia e all'estero (tourneè in Argentina e Brasile nel giugno 2001). Nel 1999 inizia a collaborare con il cantautore Claudio Rossi e registra "Il lago nel pagliaio", e in questo lavoro particolare suona con artisti come Agostino Marangolo, Antonello Salis, Giorgio Conte, con la partecipazione straordinaria di Bruno Gambarotta come voce recitante.Dall'ottobre del 2002 è impegnato con il nuovo progetto di Jazz "Polaris Trio" fondato insieme a Stefano Profeta (contrabasso) e Luciano Alì (batteria), con i quali nel Febbraio scorso ha registrato (dal vivo) "Un sentiero nel mare", lavoro che contiene composizioni originali (sue e di Profeta) più una rivisitazione di Bye-Ya (Monk).